Lavagna, i progetti di Mario Maggi per la piastra del porto

 

Mario Maggi e il comitato Cento per Cento Lavagna
Mario Maggi e il comitato Cento per Cento Lavagna

Il candidato a sindaco, Mario Maggi, si scaglia contro lo stato in cui versa la piastra del porto, lasciata, a suo modo di vedere, in uno stato di degrado e di abbandono.

Il candidato Mario Maggi, sostenuto dal comitato Cento per Cento Lavagna si scaglia contro lo stato in cui versa la piastra del porto, lasciata, a suo modo di vedere, in uno stato di degrado e di abbandono. “Il primo intervento da effettuare – sostiene Maggi – è quello di pulizia e risanamento dell’arredo urbano, magari con la collaborazione di operatori del verde, come i floricoltori, che a lavoro ultimato potrebbero apporre il nome della propria ditta per pubblicizzarsi. Risanata la zona e organizzando degli eventi, questa porzione di città potrebbe diventare il “giardino del Mediterraneo”. Il secondo progetto ambizioso di Maggi è il collegamento di questa zona a piazza della Libertà e piazza Milano. “E’ indispensabile collegare in maniera adeguata la zona di Palazzo Franzoni e il mare con un sottopassaggio adeguato e un grande posteggio sotterraneo, con box privati e parcheggi liberi. Solo così gli yacht dei turisti attraccheranno nel porto per visitare la città”.