Lavagna, è nata la Pro Loco: subito, riapre gli uffici Iat

L'ufficio Iat si trova in stazione

Iniziativa nata da singoli esponenti delle associazioni legate al territorio: Civ, Ascom, albergatori, scuola alberghiera. “A gioni la convenzione con il Comune per aprire gli uffici di Lavagna e Cavi”.

C’è un nuovo organismo, per la promozione del nostro territorio, è la Pro Loco di Lavagna. Abbiamo intervistato il presidente del consiglio direttivo, Mario Orlandini: “L’idea di fondare una Pro Loco – spiega Orlandini – è nata all’interno della consulta del turismo e le prime adesioni sono state quelle di varie persone già responsabili o membri delle associazioni che si occupano di turismo ed eventi sul territorio”. A ttiolo privato, insomma, ne fanno parte membri dei Civ, dell’Ascom, dell’associazione albergatori, della scuola alberghiera. “Abbiamo cercato uno strumento agile per rilancaire il turismo, che è la nostra principale risorsa economica ma, adesso, sta soffrendo, come e più di altri settori economici. Come prima iniziativa, riapriremo gli uffici Iat, sia di Lavagna che di Cavi: a giorni firmeremo la convenzione con il Comune, per tenerli aperti, almeno, per il resto dell’estate. Poi, vedremo altre iniziative”. Chi volesse aderire o dare, comunque, una mano? “Può rivolgersi a me o a Sebastiano Risso dell’Ascom. Poi, abbiamo il sito, prolocolavagna.it, sul quale metteremo, a breve, i moduli per l’adesione. E’ richiesto, semplicemente, di acquistare una tessera a 20 euro l’anno”.