Lavagna e la differenziata, i suggerimenti della gente

L'appalto è in scadenza a brevissimo
L’appalto è in scadenza a brevissimo

Apprezzati i cassonetti chiusi con lucchetto, criticati i sacchetti troppo leggeri che vengono portati via dal vento: ieri sera si è svolto l’incontro pubblico organizzato dall’amministrazione comunale.

Chi suggerisce il ritorno alle isole ecologiche, terminato il “rodaggio” che dovrebbe avere affinato la differenziata dei cittadini, chi sottolinea come i sacchetti della plastica ed i mastelli siano preda del vento nelle giornate in cui questo soffia, chi lamenta gli abbandoni indiscriminati di ingombranti in collina, un po’ tutti chiedono multe per chi abbandona i rifiuti: circa una sessantina di persone ha preso parte, ieri sera, all’incontro pubblico organizzato dall’amministrazione comunale di Lavagna, dedicata alla raccolta differenziata ed ai suggerimenti dei cittadini per migliorarne il sistema. Presente anche Giuseppe Tommaso Sanfilippo, il tecnico che già ha redatto l’introduzione del porta a porta a Chiavari ed ora ha l’incarico di studiare i miglioramenti possibili a Lavagna. Nel frattempo, però, la gestione della Idealservice è prevista solo sino a fine aprile e il Comune non vuole l’appalto unico con Rapallo, Santa Margherita, Portofino e Zoagli che viene indicato dalla Città metropolitana.