L’Arinox di Riva si presenta in Regione: secondi nel mondo, 140milioni di fatturato

Lo stabilimento Arinox di Riva Trigoso
Lo stabilimento Arinox di Riva Trigoso

L’ad dell’Arinox di Riva Trigoso è stato invitato dal presidente della Regione Claudio Burlando a presentare i dati dell’azienda alla stampa: davanti a lei, nel mondo, solo gli americani. Fatturato 2013 da 140milioni e la previsione di un terzo laminatoio.

Un fatturato da 140milioni nel 2013 (in leggera flessione rispetto al 2012), un aumento del 10 per cento delle tonnellate prodotte: l’amministratore delegato dell’Arinox di Riva Trigoso Massimiliano Sacco ha sciorinato i dati dell’azienda del gruppo Arvedi produttrice di nastri di acciaio inossidabile davanti alla stampa chiamata dal presidente della Regione Claudio Burlando. Sacco ha proseguito spiegando che Arinox esporta l’87 per cento della produzione complessiva, il 45 per cento fuori Europa, servendo 500 clienti in 40 Paesi. “L’alta capacita’ di esportazione dell’azienda – ha commentato Burlando – è la riprova non solo di quanto le nostre realtà produttive siano capaci di affermarsi nel mondo ma anche delle grandi difficoltà che trovano sul mercato interno”. Certo si può dire che l’azienda, con i suoi 250 dipendenti e cospicui investimenti programmati nei prossimi anni, rappresenta un’isola felice in un contesto di forte crisi: “Oggi – ha proseguito Sacco – siamo i secondi produttori mondiali di nastro in acciaio inox di precisione dopo gli americani che però hanno tre siti produttivi. Il piano quinquennale di investimenti prevede un ulteriore laminatoio perché siamo consapevoli del fatto che solo gli investimenti consentono all’azienda di avere un futuro”.