La Virtus Entella non ci sta e chiede il rinvio della partita con il Pisa

Virtus Entella
Il presidente Gozzi prosegue nella sua battaglia

La società chiavarese ricorda che martedì prossimo il Tar si pronuncerà sulla richiesta di sospensiva e chiede quindi di non scendere in campo domenica. Chiede inoltre l’applicazione della decisione del collegio di garanzia del Coni.

La Figc ha confermato il format della serie B a 19 squadre e la Lega Pro ha riprogrammato le partite della Virtus Entella. Ma la società chiavarese non ci sta e chiede il rinvio della gara casalinga di domenica prossima con il Pisa: “Martedì prossimo  il Tar si pronuncerà sulla nostra richiesta di sospensiva degli incomprensibili dinieghi di Figc e Lega di B – si legge in una nota diffusa dal club di Via Gastaldi – Per questo chiediamo di rinviare la gara contro il Pisa a dopo il pronunciamento del Tar”. La Virtus Entella ricorda inoltre, per l’ennesima volta, la decisione del collegio di garanzia del Coni che, a seguito della penalizzazione del Cesena, riscrive la classifica dello scorso campionato di serie B. Una decisione definitiva e non ottemperata. “Le sentenze devono essere applicate e non eluse con comportamenti dilatori. Perché ci si ostina a perpetrare questa grave ingiustizia nei confronti della nostra società?”, è la domanda che la società biancoceleste pone alla Federcalcio. Dal canto suo il Pisa chiede che, in caso di rinvio della partita di domenica, sia rinviata tutta la giornata del girone A.

Per leggere il comunicato integrale cliccate qui: Virtus Entella.