La sindaca scrive a Regione e Asl per chiedere del futuro dell’ospedale di Sestri Levante

Lettera sul futuro dell’ospedale di Sestri

La sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio scrive a Regione e direzione generale della Asl 4 per chiedere chiarimenti e indicazioni sul futuro del polo ospedaliero sestrese, auspicando un confronto “vero e condiviso”, senza campanilismi, ma nemmeno soluzioni senza garanzia di investimenti.

Tiene banco a Sestri Levante la situazione dell’ospedale, che ieri sera ha fatto uscire dall’aula la minoranza, Cinque Stelle esclusi, subito prima della votazione di un ordine del giorno sul mantenimento della radiologia e la condivisione del piano di riorganizzazione della rete ospedaliera dell’Asl 4. Oggi la sindaca Valentina Ghio ha fatto sapere di aver inviato ieri una lettera alla vicepresidente della Regione Sonia Viale e al direttore generale dell’Asl 4 Bruna Rebagliati per chiedere chiarimenti e indicazioni in merito allo stato del polo ospedaliero sestrese. La sindaca ha riferito della visita effettuata lo scorso 16 giugno, durante la quale ha “potuto vedere confermata la grande professionalità e la profonda integrazione delle attività presenti nel polo ospedaliero che creano percorsi positivi e di eccellenza per i pazienti”, ma anche lo stato di inutilizzo del sesto piano, che prima ospitava pneumologia e medicina e “da anni fermo senza destinazione” e del terzo piano, dove si collocavano le cure intermedie e che ora è ridotto al deposito di materiali: “Da oltre un anno chiedo un confronto con la Regione proprio in merito alla concretezza del piano di riorganizzazione, ma ancora non me n’è stata data la possibilità”. La sindaca quindi chiede un confronto “vero e condiviso” sul futuro dell’offereta sanitaria del territorio, senza campanilismi ma anche senza soluzioni “preconfezionate o in più fasi o senza la garanzia degli investimenti”.