La Regione stanzia 2 milioni per la promozione dei beni culturali

Finanziamenti anche per Villa Cavagnari

Numerosi interventi sono previsti anche nel nostro comprensorio, fra la costa e l’entroterra. A livello regionale sono quasi cento i siti che riceveranno un finanziamento. I fondi arrivano dall’Europa.

La Regione stanzia due milioni di euro per la valorizzazione e la promozione di quasi un centinaio di beni culturali liguri. Si tratta del progetto “Liguria Heritage”: si tratta di beni culturali già oggetto di restauro e conservazione, che ora usufruiranno di nuove risorse, provenienti da fondi europei. Numerosi gli interventi previsti anche nel nostro comprensorio, che riguarderanno la Miniera di Gambatesa a Ne, i giardini di pertinenza di Villa Spinola a Lavagna, Villa Vicini a Zoagli, il sistema museale e Villa Cavagnari a Cicagna, il Lascito Cuneo a San Colombano Certenoli, il colle del Castello di Roccatagliata a Neirone, i luoghi e i castelli fliscani a Cogorno, Villa Tigullio a Rapallo, l’Ecomuseo dell’Ardesia e la Cava di Isolona ad Orero, i manufatti bellici in località Batterie a Camogli, il Castello Fieschi Doria Malaspina a Santo Stefano d’Aveto, il sito archeologico di Monte Loreto a Castiglione Chiavarese, Palazzo Fascie a Sestri Levante ed il Museo delle Campane ad Avegno.