La protesta pacifica di ristoranti e bar

Come si presentava ieri sera il lungomare di Rapallo

Ieri sera, tanti locali del Tigullio hanno tenuto le luci accese. Si è trattato di una manifestazione di protesta ben lontana da quelle, lanciate in alcune grandi città, che prevedevano di aprire per far accedere i clienti, contro le norme attuali. Tanto a Rapallo, quando a Sestri Levante, invece, numerosi locali hanno tenuto le luci accese, simbolicamente, senza consentire però l’ingresso a estranei. A Rapallo, la manifestazione è stata lanciata da Rocco Costanzo e, oltre alle attività del lungomare, ha visto aderire pub del centro storico, Villa Porticciolo e il ristorante Madalù a Valle Christi. Costanzo, che ha portato la proposta in Prefettura, chiede di consentire il servizio ai tavoli, per un numero di clienti controllato e muniti, negli spostamenti, di autocertificazione che indichi la prenotazione nel locale. A Sestri Levante, già giovedì sera, luci accese, in segno di solidarietà, anche da parte di molte attività commerciali, con adesione del Civ “I Caruggi” alla manifestazione lanciata dai locali.