La Primavera della Virtus Entella in visita al Gaslini

Un momento della visita al Gaslini
Un momento della visita al Gaslini

Sei mesi dopo la prima squadra, un nuovo incontro con i piccoli pazienti. 20mila euro vengono donati per la ricerca sulla spina bifida. La soddisfazione di Sabina Croce: “Un rapporto che ci inorgoglisce”.

Prosegue, con esiti sicuramente soddisfacenti, la collaborazione tra la Virtus Entella e l’istituto Giannina Gaslini.  Sei mesi dopo la visita della prima squadra, adesso all’ospedale pediatrico genovese sono arrivati in visita i giocatori della Primavera, con  una rappresentanza della società: “E’ un rapporto che prosegue negli anni e che ci inorgoglisce – dichiara Sabina Croce, presidente di “L’Entella Cuore” e responsabile dell’immagine del club – una collaborazione all’insegna della continuità che ci permette per il quarto anno consecutivo di portare avanti e seguire dei progetti concreti dall’inizio alla fine. Il denaro raccolto a dicembre – circa 20 mila euro – servirà a sovvenzionare un progetto di ricerca sulla prevenzione dei difetti congeniti del tubo neurale”. Fa eco Pietro Pongiglione, presidente dell’Istituto Giannina Gaslini: “L’Entella continua a dimostrare un’affezione verso i nostri pazienti che ci rende molto felici. Per i bimbi è motivo di gioia vedere i calciatori che tornano a trovarli”.

Tutto il gruppo all'ingresso dell'ospedale
Tutto il gruppo all’ingresso dell’ospedale