La Liguria ha perso 2.600 microimprese ma è un calo accettabile

I falegnami sono tra i lavori in calo

I dati di Confartigianato: la flessione in Liguria è tra le meno gravi in Italia.

In Liguria, negli ultimi otto anni, si sono perse2.600 microimprese, tra vetrai, falegnami, costruttori edili e simili. Secondo i dati diffusi da Confartigianata, dalle 46.566 imprese di questo tipo del 2009, si è passati a 43.963. Rispetto all’andamento generale, però, il dato non è disprezzabile: la flessione del –5,6%, negli ultimi otto anni, e del –0,9% nell’ultimo pone la Liguria al terzo posto per il minor calo di imprese in Italia, dopo Trentino (-3,7%) e il Lazio (-5,5%).