La Favola della Mignola vince il Premio Leivi per il miglior olio

Gli ulivi simbolo dell’agricoltura locale

Tra i dop, secondo posto per gli Olivicoltori Sestresi. Negli extravergine, vince Michela Botto di Moneglia, Comune che primeggia tra gli uliveti con ventidue terreni in gara. Ieri sera la consegna.

Va a Lavagna, quest’anno, il premio che riconosce il miglior olio extravergine di oliva dop, consegnato, ovviamente, a Leivi, ieri, nella cerimonia di premiazione della Festa dell’Olio. Primo posto, infatti, per l’azienda “La Favola della Mignola”, sede ed uliveti in via Tedisio, che precede, quest’anno, la Cooperativa Olivicoltori Sestresi e un produttore di Santo Stefano Magra. Nella categoria degli extravergine senza dop, invece, primo premio per Michela Botto di Moneglia, davanti a due aziende agricole di Santo Stefano Magra e Sarzana. Per quanto riguarda gli uliveti, dal Comune di Leivi sono andati riconoscimenti a quelli di Moneglia e San Colombano, che hanno portato in gara, rispettivamente, ben 22 e 13 terreni. Nel frattempo, il Comune di Leivi ha premiato i propri uliveti migliori, come faranno, via via, anche gli altri: primo posto per Andrea Solari, secondo Carlo Sanguineti, terzo Aldo Solari.