La battaglia dei pendolari per recuperare l’Eurostar Frecciabianca

La stazione di Genova Brignole

Incontro in Regione con l’assessore Vesco edi  capigruppo: si spera nell’esito positivo di un tavolo di lavoro con Trenitalia, ma l’azienda, adesso, ammonisce: “Impossibile ripristinare quel treno”.

Continuano gli enormi problemi dei pendolari che da Rapallo e Chiavari, ma anche da Genova, erano soliti servirsi dell’Eurostar “Frecciabianca” per andare a lavorare alla Spezia o a Pisa e Massa. I rappresenanti del folto gruppo di persone, attualmente in forse con la possibilità di mantenere il lavoro dopo la soppressione delle fermate del treno ed il suo cambio di orario, hanno incontrato l’assessore regionale ai trasporti, Enrico Vesco, ed i capigruppo del consiglio regionale. “Nella riunione – riferiscono i pendolari – il comitato ha  presentato un prospetto con gli orari dei treni che sono diponibili dalle 5 alle 11 del mattino e dalle 16 alle 20 la sera per coprire il tragitto sulla tratta sopradescritta. E’ stata evidenziata una grave carenza  della copertura del servizio. L’assessore e i  capigruppo hanno convenuto con il comitato  sull’effettiva mancanza di convogli offerti da Trenitalia e si sono dimostrati  collaborativi e propositivi a risolvere la questione”.
Si sono presi contatti, per un lavoro comune, anche con l’assessore ai trasporti della Toscana, e si spera in un tavolo di concertazione con Trenitalia, ma l’azienda, nel frattempo, secondo quanto riferito da Vesco, ha comunicato l’attuale impossibilità di ripristinare il treno.