Investimento mortale, confermata la condanna per Andrea Miroli

Stefano La Rizza stava tornando dal lavoro
Stefano La Rizza stava tornando dal lavoro

Il giovane di Portofino aveva investito il coetaneo chiavarese Stefano La Rizza, vigile urbano del Borgo: in Appello, stessa condanna che in primo grado. Evidentemente, si continua a ritenere non provata l’aggravante della guida sotto effetto di sostanze.

E’ confermata la condanna a due anni e otto mesi per Andrea Miroli, il giovane di Portofino che, il 9 marzo del 2014, aveva investito, con la propria auto, il chiavarese Stefano La Rizza, vigile urbano proprio del Borgo, che, con la propria moto, viaggiava in direzione contraria, per tornare a casa. Ieri, la corte d’Appello ha confermato la condanna di primo grado, che risaliva al 16 settembre 2015, giunta dopo un rito abbreviato nel quale il giudice aveva motivato che era riconosciuto l’omicidio colposo ma non poteva essere provata l’aggravante della guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.