Intitolato a Italo Primi il piazzale davanti al campo Macera

La cerimonia di intitolazione

Presente la figlia dell’artista, Rosa. Il sindaco Bagnasco tranquillizza tutti sulla statua “del Polipo”: «Tornerà nella posizione tradizionale e la fontana, rivista, la valorizzerà ancora di più».

Il Comune di Rapallo ha ufficialmente intitolato, ieri sera, a Italo Primi, il piazzale compreso tra il campo Macera e la nuova chiesa di Sant’Anna, con il Corpo bandistico cittadino a suonare l’inno di Mameli al momento dello scoprimento della targa e con la benedizione del parroco di Sant’Anna, don Aurelio Arzeno. Nato a Rapallo nel 1903 e formatosi all’Accademia Ligustica, Primi è stato autore della statua “del Polipo” nella omonima fontana, uno dei simboli della città, ma anche dei portali in bronzo del santuario di Montallegro e del battistero della basilica dei Santi Gervasio e Protasio. E’ scomparso nel 1983, proprio il 18 luglio.  «Purtroppo non ho avuto il piacere di conoscere personalmente Italo Primi, ma di lui mi ha parlato molto mio nonno, anche lui artista, perché erano amici», ha sottolineato il sindaco Carlo Bagnasco, che quanto al polpo in bronzo della fontana, tranquillizza i tanti che ne chiedono conto: «E’ attualmente oggetto di restauro e tornerà a fare bella mostra di sé nella consueta collocazione. Anzi: la fontana sarà ammodernata per valorizzare ancora di più il Polpo». Alla cerimonia è intervenuto anche il presidente del consiglio comunale, Mentore Campodonico, e, a nome dei familiari, la figlia dell’artista, Rosa.