Insieme “Santa nel Cuore” segna un punto sulla questione ospedale

Santa Margherita Ligure - il PortoInsieme “Santa nel Cuore” soddisfatto per la decisione di De Marchi in merito al non trasferire uffici comunali nell’edificio ospedaliero durante la riconversione. Critiche invece circa la situazione della Casa del Mare e polemica sul ripristinato bus delle 17 quartiere degli Ulivi – centro.

Il gruppo Insieme “Santa nel Cuore” è soddisfatto per quello che ritiene l’esito delle oltre mille firme raccolte a Santa Margherita Ligure, ovvero la decisione del sindaco Roberto De Marchi, di non trasferire uffici comunali all’interno del nosocomio cittadino a seguito della riconversione: “Eravamo certi che i fondi FAS, richiesti da questa Amministrazione con un progetto pagato da noi cittadini, non venissero accolti vista l’incongruenza di mescolare funzioni ospedaliere e non”.

E sempre Insieme “Santa nel Cuore” denuncia invece la situazione della Casa del Mare, accusando di inerzia e inadempienza il gestore, cioè la Società Progetto Santa Margherita Ligure, cui è stata affidata in via provvisoria per il periodo agosto-dicembre 2010: “La Casa del Mare è inagibile – affermano – Sembrerebbe si sia allagata, proprio in un periodo cruciale per la città”.

L’ultimo affondo di Insieme “Santa nel Cuore” riguarda infine la corsa delle 17 che collega il quartiere degli Ulivi con il centro della città: “Il sindaco si vanta di far parte di un’amministrazione che sa ascoltare i cittadini, ma si dimentica di dire che l’autobus delle 17, fortemente voluto dall’amministrazione Marsano ero stato fatto togliere proprio dall’amministrazione che l’ha fatto ripristinare”.