Inizia l’anno della fede, incontro in Cattedrale l’11 ottobre

Monsignor Tanasini, vescovo di Chiavari

Anche la Diocesi di Chiavari prepara gli eventi per l’anno della fede. L’11 ottobre niente messe vespertine ed incontro in Cattedrale per tutti i fedeli. Novità importanti anche per il catechismo.

Per tutto il mondo cattolico inizia l’anno della fede, che coincide con il cinquantesimo dall’inizio del Concilio Vaticano II e il ventennale dell’emanazione dell’ultimo Catechismo della Chiesa. E così la Diocesi di Chiavari organizza un’occasione speciale di ritrovo e riflessione collettiva proprio per l’11 di ottobre, ovvero il giorno in cui ricorre proprio il cinquantesimo anniversario dall’inizio del Concilio ed il giorno che anche a Roma per il Papa sarà quello dell’inizio delle riflessioni dell’anno della fede. Il vescovo, Monsignor Alberto Tanasini, invita in Cattedrale tutti i fedeli e caldeggia in particolare la partecipazione a questo evento che apre le celebrazioni speciali dell’anno, tanto da invitare gli stessi parroci a non celebrare la messa vespertina per non creare occasioni di conflitto proprio con la partecipazione alla funzione della Cattedrale.
Inizia contemporaneamente anche l’anno catechistico, con importanti novità, illustrate oggi dallo stesso vescovo, insieme a don Giacomo Canepa, responsabile dell’Ufficio Catechismo della Diocesi. Un corposo gruppo di lavoro, che si è riunito per circa due anni, ha elaborato un nuovo progetto del catechismo, che uniforma tutte le parrocchie della Diocesi, da Portofino a Moneglia. La Cresima sarà per tutti all’anno della terza media, così come per tutti il catechismo inizierà l’anno della prima elementare. Cambiano anche i nomi, che non coincidono più con le classi della scuola, e neppure con i sacramenti, ma che sono più generali ed ispirati ad episodi e principi del Vangelo.