Inchiesta sui fondi europei, perquisito l’ufficio di Vito Vattuone

I finanzieri sono entrati nell’ufficio del consigliere regionale del Partito Democratico, in passato sindaco di Casarza Ligure. Perquisito anche l’ufficio di Nicola Abbundo, Pdl, già assessore durante l’amministrazione Biasotti, e quello dell’assessore all’agricoltura Giancarlo Cassini.Anche l’ufficio del consigliere regionale del Partito Democratico Vito Vattuone, già sindaco di Casarza Ligure, è stato visitato questa mattina dalla Guardia di Finanza, nell’ambito di un’inchiesta partita dalla Procura di Genova e relativa all’assegnazione di circa trenta milioni di euro del fondo sociale europeo e del fondo europeo di sviluppo economico. Perquisito anche l’ufficio del consigliere del Pdl Nicola Abbundo, assessore a formazione, istruzione e lavoro, durante i cinque anni dell’amministrazione Biasotti, e dell’attuale assessore all’agricoltura Giancarlo Cassini. I finanzieri hanno visitato anche il Comune di Recco, oltre a diversi Comuni del ponente, alla Provincia di Imperia ed alla Camera di Commercio sempre di Imperia. Le ipotesi di reato sono corruzione, turbativa d’asta, emissione di fatture false. Secondo la Procura sarebbero state pilotate le gare di assegnazione dei fondi dalla Regione agli enti locali e da questi ultimi ai privati. L’inchiesta tocca anche un appalto relativo all’Istituto Brignole di Genova e la sponsorizzazione di una squadra calcistica dilettantistica. Gli indagati sarebbero una quarantina, fra questi anche tre consiglieri regionali di PD e Pdl.

Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it