Incassava la pensione della madre morta, condannato 60enne

L'uomo deve scontare un anno e due mesi

La madre era deceduta nel 2003, ma il figlio, 60enne chiavarese continuava a incassare la pensione della donna, un’ex insegnante, versata su un conto cointestato con lui: in tutto circa 65mila euro.

Incassava dal 2003 la pensione della madre morta. Per questo un sessantenne chiavarese, incensurato, è stato condannato per truffa aggravata a un anno e due mesi di reclusione dal giudice del tribunale di Chiavari Antonella Bernocco. L’uomo, irreperibile, dovrà anche pagare una provvisionale di oltre ottomila euro. Tra il 2003 e il 2008 il chiavarese ha intascato circa 65mila euro, effettuando prelievi dal conto corrente cointestato con la madre, un’ex insegnante, che recepiva anche la reversibilità del marito. Del decesso della donna il chiavarese non aveva provveduto a informare gli istituti di previdenza. A oltre 36 mila per l’Inps e di 30mila circa per l’Inpdap ammonta il danno procurato dalla truffa.