Inaugurato il nuovo campo Gallotti. Bagnasco: “Il Poggiolino può diventare una cittadella dello sport”

Inaugurato il nuovo campo Gallotti al Poggiolino di Rapallo

A festeggiare l’evento gli allievi delle scuole di calcio cittadine. Nel corso della manifestazione, anche la dimostrazione di rianimazione da parte del centro formazione IRC New Life: al Gallotti verrà infatti collocato un defibrillatore. 

Taglio del nastro oggi pomeriggio del rinnovato campo sportivo “Gallotti” in località Poggiolino a Rapallo, a completamento dei lavori per la realizzazione del terreno da gioco in erba artificiale propedeutici all’omologazione del campo per tutto il settore giovanile e scolastico e per la Terza Categoria. A festeggiare l’evento, gli allievi delle scuole di calcio cittadine. A dare il simbolico calcio di inizio inaugurando di fatto il nuovo terreno di gioco, il sindaco Carlo Bagnasco accompagnato dal vice Pier Giorgio Brigati, dall’assessore ai lavori pubblici Arduino Maini, dal consigliere incaricato allo sport Vittorio Pellerano, dai consiglieri comunali Walter Cardinali, Filippo Lasinio e Elisabetta Ricci. Tra i prossimi obiettivi, rendere la zona del Poggiolino una sorta di “cittadella” dello sport. Presenti anche Giulio Ivaldi (presidente Comitato ligure della Figc), Ignazio Codice (delegato distrettuale Lega Nazionale Dilettanti Chiavari) e Enrico Rocchi (architetto, progettista e direttore dei lavori al “Gallotti”). Nel corso della manifestazione, anche l’importante dimostrazione di rianimazione da parte del centro formazione IRC New Life: nell’ambito del progetto “Rapallo Città Cardioprotetta per il Tigullio, al Gallotti verrà infatti collocato un defibrillatore. Al termine dell’evento, merenda per tutti i presenti a cura del circolo C.A.S.A. di Sant’Anna.