Impresa balneare nasconde al fisco 400mila euro

Il comando di Chiavari ha attuato la verifica

Nei guai un’impresa balneare del Tigullio i cui titolari non avevano dichiarato ricavi per 400mila euro. L’indagine è partita da un’incongruenza tra i redditi dichiarati e lo stile di vita dei proprietari.

Avevano nascosto 400mila euro al fisco i titolari di un’impresa balneare a livello familiare del Tigullio, ma alla fine il loro tenore di vita gli ha mascherati. E’ partita infatti dalle incongruenze notate tra lo stile di vita dei due soci proprietari dei bagni, la ricettività della struttura amministrata e i conti dichiarati l’indagine che ha portato la Guardia di Finanza di Chiavari a scoprire l’evasione. I finanzieri hanno ricostruito il volume d’affari e dei redditi attraverso l’esecuzione di accertamenti bancari, nell’ambito dei quali sono stati rilevati versamenti su conti correnti, sia di titoli di credito che di denaro contante, non corrispondenti agli incassi registrati nelle scritture contabili. L’analisi delle movimentazioni bancarie ha riguardato sia i conti della società, sia quelli dei soci, nonché quelli del coniuge del rappresentante legale dell’impresa, utilizzati anche per finalità aziendali: alla fine sono stati scoperti ricavi non dichiarati per un totale di 389.792 euro, di Iva dovuta pari a 57.803 euro e di ritenute fiscali non operate e non versate per un ammontare di 4.196 euro.