IL varo del “Cavour”

La portaerei è scivolata nel mare di Riva TRigoso attorno alle 10:30. Quando sarà assemblato il pezzo di poppa, prodotto al Muggiano, sarà la più gradne nave della Marina italiana, oltre che la più grande al mondo con motore non nucleare.E’ stata varata questa mattina nei cantieri di Riva Trigoso la portaerei “Cavour”. Per la grande cerimonia erano presenti il Capo dello Stato, i ministri Martino e Lunardi, le autorità regionali, il sindaco Lavarello ed il cardinale Bertone, che ha benedetto la nave prima che questa prendesse il mare. Il ministro della difesa Martino, nel suo discorso, ha sottolineato l’impegno dell’Italia nel mondo al finaco degli alleati, e detto che per sostenere tale impegno ci sia bisogno di strumenti moderni come quello fornito dalla Fincantieri. Carlo Azeglio Ciampi ha invece parlato di futuro importante per la cantieristica italiana, e speso molti elogi per la figura storica di Cavour: “se sono diversi i padri della patria” ha detto Ciampi “Cavour è l’unico padre dello stato italiano”. La bottiglia si è rotta sulla finacata della nave attorno alle 10:30, e la portaerei ha subito compiuto la sua prima, piccola, navigazione nel mare di RIva Trigoso, tra l’entusiasmo delle maestranze Fincantieri che per anni hanno lavorato alla sua realizzazione.