Il Tigullio vuole l’elicottero – ambulanza

La riunione di ieri a Chiavari

Le continue code sulla A12, che rendono pericolosi, in termini di tempo, i trasporti in urgenza verso gli ospedali genovesi, hanno come riflesso una richiesta avanzata, congiuntamente, dai Comuni di Chiavari, Lavagna, Carasco e Cogorno, che dicono di parlare anche per gli altri distretti sanitari del territorio. Ieri, si sono riuniti il presidente della conferenza dei sindaci, Giuseppe Corticelli, il vicesindaco di Carasco, Silvano Cuneo, ed i consiglieri delegati alla Sanità di Chiavari, Lavagna e Cogorno, Alberto Corticelli, Antonella Orbolo e Luca Torrente. Il risultato, è la richiesta al presidente della Regione, Giovanni Toti, e agli assessori competenti, di soluzioni alternative per i trasporti sanitari urgenti, come un’eliambulanza stabile sul territorio. Sottolinea Torrente: “Con l’autostrada ad un’unica corsia, praticamente da Lavagna a Genova, si rende inerme un’ambulanza che in caso di codice rosso si trova a non far altro che rimanere in coda nonostante l’utilizzo dei dispositivi acustici e visivi, vista l’impossibilità di fare qualsiasi manovra. Ancora peggio in caso di incidente con ambulanza bloccata”.