Il Tigullio celebra la prima edizione del suo Palio Marinaro

Ieri è stata presentata l'iniziativa per gli 80 anni del Palio
Presentata ieri l’iniziativa per gli 80 anni del Palio

Il Palio Marinaro del Tigullio compie 80 anni e, per festeggiare il ragguardevole compleanno, l’Associazione Amatori del Palio, in collaborazione con il Museo Marinaro Tommasino Andreatta, ha pensato di organizzare una giornata tra storia, tradizione, gastronomia e musica.

Il Palio Marinaro del Tigullio compie 80 anni e, per festeggiare il ragguardevole compleanno, l’Associazione Amatori del Palio, in collaborazione con il Museo Marinaro Tommasino Andreatta, ha pensato di organizzare una giornata tra storia, tradizione, gastronomia e musica. Un grande appuntamento nato dalla collaborazione tra i Comuni di Santa Margherita Ligure, Portofino, Chiavari, Rapallo, Lavagna, Sestri Levante e Zoagli ovvero dalle località del Tigullio, che possono vantare nel proprio dna la tradizione del palio marinaro e che per organizzare l’evento hanno firmato un protocollo d’intesa ad hoc. Il prossimo 23 agosto a Santa Margherita Ligure avrà luogo la rievocazione storica del primo Palio, che si svolse proprio il 23 agosto 1936. Passato e presente rivivranno in un appuntamento suggestivo e spettacolare, che vedrà sfidarsi a colpi di remo gli storici gozzi in legno da 22 palmi, costruiti dal Cantiere Moltedo, nello specchio acqueo antistante la spiaggia libera di Ghiaia di fronte a piazza Vittorio Veneto. La gara vera e propria verrà preceduta, come si faceva nel passato, da un corteo storico, che partirà alle ore 17 da piazza Mazzini, in cui sfileranno gli equipaggi, in costume d’epoca, preceduti dai gonfaloni delle città partecipanti, dalle autorità e dagli sbandieratori di Lavagna. Un corteo festoso e orgoglioso della propria tradizione marinara, che accompagnerà gli equipaggi fino all’arenile, dove sarà dato il via alla competizione. In perfetta aderenza con il Palio di ottant’anni fa, lo strappo della bandiera posta in cima ai castelli di arrampicata, conquistato dalla cosiddetta scimmia (il membro dell’equipaggio destinato all’arrampicata) sarà l’atto conclusivo e determinate, che decreterà il vincitore della competizione. All’equipaggio vincitore andrà l’ambito trofeo, che verrà rimesso in palio l’anno successivo. Dopo le fatiche della regata, gli onori al vincitore e il via alla festa. Alla premiazione, infatti, seguirà una serata conviviale, per assaporare la tradizione culinaria del Tigullio, con tanti stand gastronomici allestiti dai vari comuni, dove ognuno presenterà le proprie specialità. Infine Napo si esibirà in concerto con un tributo a Fabrizio De André, presso l’Arena Bindi, a partire dalle ore 21.30, a ingresso libero.