Il sindaco Bagnasco a Roma per protestare contro la Bolkestein

Il sindaco Bagnasco si schiera con i balneari
Il sindaco Bagnasco si schiera con i balneari

Il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco è a Roma per protestare contro la Direttiva Bolkestinen sul rinnovo delle concessioni balneari insieme a Matteo Salvini, Marco Scajola, Edoardo Rixi, altri esponenti di centrodestra e imprenditori del settore.

Trasferta romana oggi per il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco che, insieme a Matteo Salvini, Marco Scajola, Edoardo Rixi, numerosi altri esponenti politici del centrodestra e una rappresentanza di imprenditori del settore balneare, ha raggiunto la capitale per protestare contro la Direttiva Bolkestinen sul rinnovo delle concessioni balneari. La protesta ha preso piede dopo la sentenza di parere contrario della Corte di Giustizia Europea alla proroga delle concessioni in attesa di una legge di Governo in grado di contrastare la direttiva e fare chiarezza. “Mi schiero in prima linea in difesa delle tante persone coinvolte dalla vicenda Bolkestinen non solo a Rapallo ma in tutta la Regione – commenta Bagnasco – con l’intento di tutelare le aziende che operano in questo settore, che è un vero patrimonio turistico italiano unico e non assimilabile al resto d’Europa”. Aggiunge Giorgio Tasso, capogruppo della lista Bagnasco Sindaco: “La spada di Damocle che pende sulla testa dei balneari è l’esempio più concreto del fallimento di questa Unione Europea e di come occorra un ripensamento profondo della posizione Italiana in Europa”.