Il piano Asl per evitare intasamenti al pronto soccorso nelle feste

ospedale Lavagna
L’ospedale di Lavagna

Non si dimette se non pazienti in perfetta salute, con posti letto preservati sospendendo le attività programmate.

Ogni Asl della Liguria ha elaborato un piano per la gestione del pronto soccorso durante le festività, quando aumenta l’afflusso di pazienti, anche per il diffondersi dei virus influenzali. Come azioni preventive, viene indicata la già avvenuta implementazione della campagna vaccinale, con l’assessore regionale Sonia Viale che preannuncia che verrà centrato l’obiettivo di incrementare le vaccinazioni del 5% rispetto all’anno scorso. Al pronto soccorso, si prevedono “ottimizzazione dei percorsi di dimissione con coinvolgimento delle strutture di continuità, sospensione dell’attività di ricovero in libera professione, conversione dei posti letto di assistenza diurna in degenza ordinaria, sospensione dell’attività in ricovero programmato”. Insomma, la linea è non dimettere pazienti se non in perfetta salute, sospendendo le attività programmate per avere comunque i posti letto necessari.