Il Pdl dice no allo spezzatino del Tigullio e sì all’abolizione delle province

L'onorevole del Pdl Michele Scandroglio

La notizia che parte della nostra riviera potrebbe passare sotto la Provincia della Spezia fa storcere il naso all’onorevole Michele Scandroglio ed ai consiglieri regionali Bagnasco, Garibaldi e Rocca.

“No allo spezzatino del Tigullio, l’abolizione delle province sia totale”. Lo chiedono l’onorevole del Pdl Michele Scandroglio e i consiglieri regionali dello stesso partito Roberto Bagnasco, Gino Garibaldi e Franco Rocca, in merito all’ipotesi emersa nei giorni scorsi di una divisione del territorio del levante tra l’area metropolitana di Genova e la Provincia della Spezia. Scandroglio ricorda come già nel 2008 avesse presentato una proposta di legge per l’abolizione totale delle province. La strada scelta è stata però diversa. “E’ impensabile – protestano Bagnasco, Garibaldi e Rocca – sotto l’aspetto culturale e storico, che gran parte del Tigullio venga assorbito dalla Provincia della Spezia. Aumenterebbero i disagi e vi sarebbero conseguenze negative su servizi indispensabili, in particolare quello della sanità”.