Il futuro ecologico di Recco

Il sindaco di Recco Carlo Gandolfo

Appello anche sulla pagina Facebook del Comune per potenziare la differenziata in città.

L’amministrazione di Recco, facendo appello al senso civico e alla responsabilità di abitanti e turisti, chiede il rispetto di poche e semplici regole per far crescere la raccolta differenziata, migliorando il decoro della città. In una lettera comparsa sulla pagina Facebook del Comune, l’assessore all’ambiente Edvige Fanin e il sindaco Carlo Gandolfo ricordano che proteggere i beni comuni significa scommettere sul “futuro ecologico del nostro pianeta”. Per cominciare i cittadini dovranno impegnarsi a non usare i sacchi neri, perché vietati, per i rifiuti indifferenziati devono essere adoperati i sacchi grigi muniti di codice identificativo, per la plastica devono essere utilizzati i sacchi gialli semitrasparenti, per l’organico è necessario l’utilizzo dei sacchi in materiale compostabile. Nella lettera si fa riferimento anche al corretto comportamento che i possessori dei cani devono mantenere nei luoghi pubblici (le deiezioni solide degli animali devono essere raccolte, mentre quelle liquide diluite con acqua). Inoltre è vietato gettare al suolo mozziconi di sigaretta, gomme da masticare o qualsiasi altro materiale. Un passo del documento è dedicato anche allo smaltimento degli scarti vegetali. I rifiuti provenienti da potatura possono essere ritirati su prenotazione, al numero verde 800.108.040, dalle 8.30 alle 16.30 dal lunedì al sabato, eliminati attraverso “bruciatura”, oppure conferiti alla piattaforma ecologica in Valle della Né nei giorni di martedì, dalle 9 alle 12, e sabato, anche dalle 13.30 alle ore 16.