“Il fondale marino è diventato un paesaggio lunare”. Il video dei vigili del fuoco

I sommozzatori dei vigili del fuoco

Immersione di addestramento sotto il faro di Portofino: la mareggiata ha estirpato vegetazione e molluschi.

E’ un paesaggio lunare quello sottomarino del Tigullio occidentale, devastato anche sul fondale dalla mareggiata del 29 e 30 ottobre. Lo dicono anche i sommozzatori dei vigili del fuoco, che ieri pomeriggio, hanno effettuato una immersione di addestramento sotto il faro di Portofino, che si erge una trentina di metri più in alto rispetto al mare. Riferiscono i vigili del fuoco: “Il fondale, da circa 10 metri di profondità alla superficie, a detta dei sommozzatori, risultava paragonabile ad un paesaggio lunare. La fortissima mareggiata ha estirpato ogni forma di vegetazione e molluschi dal fondale, vi sono anche i resti di una porzione della ringhiera del sovrastante faro, strappata dalla furia del mare”.