Il consiglio comunale di Rapallo ha rievocato la seduta di 70 anni fa

La seduta di ieri sera

A seguire, approvate le aliquote di Imu e Tasi, rinviata la pratica della Tari. Unanimità e dibattito sulle spese per la mareggiata.

Ieri sera, come da copione, il consiglio comunale di Rapallo si è aperto con la rievocazione della seduta di 70 anni fa, quella che deliberò l’inserimento della M mariana dello stemma del Comune. Il Circolo della Pulce, che ha promosso l’iniziativa, ha fatto dono al Comune dello stesso stemma realizzato in pizzo al tombolo, mentre la seduta veniva salutata dalle campane della Torre Civica, della Basilica e del Santuario di Montallegro, presente in sala consiliare anche il rettore, don Gianluca Trovato. A seguire, le varie pratiche all’ordine del giorno. Sono state approvate le aliquote Imu e Tasi, che rimangono invariate, mentre è stata rinviata la pratica relativa alla Tari perché, come evidenziato dall’assessore Alessandra Ferrara, conteneva un errore. Votate all’unanimità le ratifiche  dei provvedimenti assunti nell’emergenza della mareggiata attingendo all’avanzo di amministrazione.