Il caso di Bibbiano passa anche da Chiavari

Il caso di Bibbiano

Nei giorni scorsi, Mattino Cinque, trasmissione di Canale 5, ha trasmesso l’intervista ad una donna residente, oggi, proprio nella città del Tigullio.

Passa anche da Chiavari il caso degli affidamenti forzati di bambini di cui è simbolo il Comune emiliano di Bibbiano, del quale tutta Italia discute da mesi. Nei giorni scorsi, infatti, Mattino Cinque, trasmissione di Canale 5, ha trasmesso l’intervista ad una donna residente, oggi, proprio a Chiavari, chiamata Francesca anche se non è il suo vero nome, ripresa da dietro e nascosta da un grande cappello. La giovane donna, 28 anni, ha raccontato di essere stata coinvolta, suo malgrado, in quello che viene chiamato il “sistema Bibbiano”, inviata, con il figlio appena nato, in una casa di cura per tossicodipendenti, senza esserlo. Secondo il racconto pronunciato sulle reti Mediaset, scappata e rifugiatasi in un convento, e poi ritrovata, il figlio le è stato tolto per l’assegnazione in affido.