Ieri a Portofino è stata commemorata la strage dell’Olivetta

Claudio Muzio
Era presente anche il consigliere Claudio Muzio

Nell’occasione sono state ricordate le 22 vittime dell’eccidio.

Ieri a Portofino si è tenuta la cerimonia commemorativa del 75° anniversario della strage dell’Olivetta. Nella notte fra il 2 ed il 3 dicembre 1944 22 prigionieri politici, provenienti dalle carceri di Genova e Chiavari, vennero fucilati sulla spiaggia dell’Olivetta. Ieri una corona di fiori è stata deposta nei pressi della lapide che ricorda la strage. Il responsabile dell’operazione, il tenente Ernst Reimer, fu poi arrestato il 27 aprile 1945 ad Uscio. La Regione era rappresentata dal consigliere Claudio Muzio, il quale sottolinea come sia dovere delle Istituzioni “rinnovare la memoria di questa come di altre spietate esecuzioni, con cui la tirannia cercava inutilmente di soffocare il coraggioso anelito di libertà che cresceva dalla nostra terra”. Era presente anche il consigliere regionale Giovanni Boitano che ricorda la strage dell’Olivetta come “una pagina di inaudita violenza e gravità che sconvolse il borgo di Portofino, un massacro voluto e perpetrato dai tedeschi”.

Olivetta