I dati dei pluviometri: a Chiavari la pioggia più intensa del Tigullio

Un violento acquazzone a Chiavari
Un violento acquazzone a Chiavari

Nella cumulata tra notte e primo mattino, i valori si impennano tra Rapallo, Chiavari e l’immediato entroterra. Pioggia meno intensa nel Golfo Paradiso e a Sestri Levante.

Vediamo i primi dati osservati dai pluviometri dell’Arpal sulla ondata di maltempo. Tra la notte ed il primo mattino, il Tigullio, nella zona tra Rapallo e Chiavari, risulta una delle tre aree della Liguria  con le piogge più significative, insieme all’Imperiese e al Ponente di Genova. A Chiavari, la cumulata è stata addirittura di 100 millimetri, 80 a Rapallo, 80 a Pian dei Ratti e Cichero, località di entroterra alle spalle delle stesse città. Si scende ancora inoltrandosi nell’entroterra: 50 a Barbagelata, 40 a Cabanne. Valori più bassi anche nel Tigullio Orientale: 50 millimetri a Sestri Levante. Nel Golfo Paradiso, pioggia in mattinata: a Camogli, i 30 millimetri delle 8 sono diventati 70 alle 10.  Non si sono però verificati allagamenti, perché la pioggia è caduta senza continuità, ma con scrosci, isolati l’uno dall’altro, che hanno permesso il progressivo deflusso da rivi e tombini. La punta di intensità più alta, anche in questo caso, per quanto riguarda il Tigullio, è stata Chiavari, con 53 millimetri in un’ora, attorno alle 4.