I Comuni vogliono l’introito dei canoni demaniali

Troppe spese e nessun introito: dopo Santa Margherita, protestano Chiavari e Lavagna. Parte dal Tigullio la crociata dei sindaci per incamerare nelle casse comunali, almeno in parte, i proventi dei canoni demaniali, dopo che dal 2002 spettano agli enti pubblici gli oneri della gestione dei litorali. Dopo Santa Margherita, scrivono allo Stato ed alle associazioni anche Chiavari e Lavagna: “Spendiamo per la pulizia delle spiagge, quella del mare, il ripascimento, le luci e la sorveglianza – dicono i sindaco Vaccarezza e Poggi -. Lo Stato lascia soltanto una percentuale irrisoria degli introiti, che la Regione gira alla condizione che sia usata per i ripascimenti”. Le lettere dei due Comuni sono state spedite all’Anci ed ai parlamentari liguri, oltre che al presidente Prodi ed al Ministro dell’Economia Padoa Schioppa.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it