I Club Service del Tigullio a sostegno della mensa dei poveri

La consggna del simbolico assegno a don Stefano Curotto

Ammonta a quasi una tonnellata di beni non deperibili, come pasta e scatolame, e a 3.350 euro di buoni, da spendere nei punti vendita che hanno aderito all’iniziativa, il totale dei proventi della cena del Natale 2019 dei Club Service del Tigullio, che, per l’ottavo anno consecutivo, si sono riuniti con il vescovo Tanasini, prima delle feste, raccogliendo contributi per una mensa dei poveri del territorio. Secondo il meccanismo di rotazione messo in atto fin dall’inizio, è stata beneficiaria, questa volta, la mensa della parrocchia di Rapallo, “unica ad operare alla sera e non per il pranzo”, come sottolineato dal parroco, don Stefano Curotto, oggi, alla conferenza stampa in cui è stato comunicato l’ammontare dei proventi. “Abbiamo deciso di organizzare una quota fissa di 32 posti – ha detto ancora don Stefano – per organizzare un servizio che sia di autentica accoglienza e condivisione, con persone che sono nostre ospiti e che per noi è un piacere avere assieme a tavola”.