I Cinque Stelle sul Ponte: “Ad Aspi solo temporaneamente”

Ponte Morandi
Il crollo del ponte Morandi, oggi ricostruito

Il tema del giorno, in Liguria, è l’assegnazione alla Società Autostrade della gestione del nuovo viadotto di Genova, all’interno della A10 Genova – Ventimiglia. Inevitabilmente, dopo la diffusione della notizia, arriva la presa di posizione del MoVimento 5 Stelle della Liguria, che dice: “Un conto è un adempimento tecnico per consentire l’avvio della circolazione sulla rete, anche per rispondere alla petulanza con cui Bucci e Toti si lamentano di non sapere a chi consegnare il nuovo Ponte, altro invece concedere loro la gestione di un’infrastruttura eccellente, che siamo riusciti a ricostruire in tempo record grazie al decreto Genova e all’allora ministro del MIT Danilo Toninelli”. Secondo la forza di maggioranza del governo, quindi, si tratterebbe solo di un passaggio temporaneo: “Il M5S – riprende la nota dei penta stellati liguri – non permetterà che il ponte di Genova torni nella mani dei Benetton e di Aspi: la tragedia del Morandi ci ricorderà per sempre le loro vergognose inadempienze e i successivi, quasi goffi depistaggi per nascondere le loro responsabilità”.