Hashish, marjuana e coltelli proibiti: un arresto e quattro denunce fra Lavagna e Chiavari

polizia
Operazione antidroga della polizia a Lavagna e Chiavari

L’operazione è stata condotta dalla polizia fra il luna park di Lavagna e la stazione di Chiavari.

Un arresto e quattro denunce: è questo il bilancio di un’operazione antidroga condotta dalla polizia del commissariato di Chiavari.

Nei pressi del luna park di Lavagna gli agenti hanno prima denunciato un tunisino trovato in possesso di 10 grammi di hashish e sanzionato tre giovanissimi consumatori che avevano appena acquistato lo stupefacente e poi hanno arrestato un 19enne ecuadoriano che vendeva bustine di marijuana a 5 euro. Con sé aveva circa 35 grammi di sostanza e 565 euro in contanti, mentre nella sua abitazione gli agenti hanno trovato altri 30 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale destinato al confezionamento.

Nel sottopasso della stazione di Chiavari la polizia ha invece controllato due marocchini di 26 e 19 anni: il primo aveva 42 grammi di hashish, il secondo 16 grammi di marijuana. Entrambi sono stati denunciati. Il 26enne è stato segnalato anche per inosservanza della normativa sull’immigrazione: sul suo capo pendeva infatti un ordine di allontanamento emesso dal Questore. Nel corso della stessa operazione di controllo è stato anche denunciato un giovane per porto abusivo di coltello: all’interno del portafoglio nascondeva infatti un coltello modello “carta di credito” estremamente affilato e con la punta molto acuminata. Altre sei persone, fra le quali un minorenne, sono state segnalate in via amministrativa in quanto trovate in possesso di modiche quantità di stupefacente.