Giorgio Canepa (Partecip@ttiva) interviene su sanità e condotta sottomarina

Il consigliere comunale Giorgio Canepa
Il consigliere comunale Giorgio Canepa

Il consigliere comunale chiavarese ha presentato in Regione le sue proposte in tema di sanità e ribadisce il suo no al depuratore comprensoriale ed in particolare alla condotta sottomarina.

Giorgio Canepa, capogruppo a Chiavari di Partecip@ttiva, è stato ricevuto dagli uffici regionali per illustrare alcune sue proposte in tema di revisione della sanità in Liguria. Ha lasciato copia di alcuni documenti nei quali tratta i temi di principale interesse per il nostro territorio: Asl 4 e gestione delle strutture ospedaliere della stessa, gestione acuti ed approccio alle eccellenze, istituzione ed organizzazione di centri polifunzionali a servizio di specifiche porzioni di territorio e possibile evoluzione del conto corrente salute. “La salute prima di tutto”, spiega Canepa, è il concetto fondamentale che guida le sue considerazioni e proposte. Il consigliere prende poi spunto dal recente sversamento di greggio nel Polcevera, a Genova, per ribadire la sua contrarietà al depuratore comprensoriale ed in particolare alla condotta sottomarina per trasportare i liquami da una parte all’altra del Tigullio orientale. “Una cosa è certa – afferma – anche le macchine e le strutture più complesse hanno una percentuale di rischio e nel nostro caso, anche se minima, non è assolutamente accettabile”.