Giacomo Conti (FdS) sul nuovo progetto di porto: “Ma quale green!”

Il primo progetto della Santa Benessere & Social

Santa Benessere & Social annuncia un progetto meno impattante, ma il consigliere regionale non ci sta: “Si tratta sempre di un’operazione commerciale. E verrà privatizzata una parte del territorio”.

Cambia il progetto di porto della Santa Benessere & Social, con meno volumi e una minore portata prevista dell’intervento, ma l’aggettivo “green” da più parti abbinato al nuovo progetto non piace al consigliere regionale della Federazione della Sinistra Giacomo Conti. “Non si può far passare la riduzione di un progetto irresponsabile come quello vecchio come un regalo fatto a Santa Margherita – commenta Conti – Non ci sono più le venticinque suite alberghiere o i nuovi enormi volumi nell’area ex Spertini. Non ci sono nemmeno i 150 posti barca aggiuntivi. Il progetto resta comunque un’operazione commerciale, che cura interessi e guadagni privati, non quelli della città. Inoltre, con una concessione di almeno cinquant’anni si privatizzerà una parte importante del territorio, sottraendola ai cittadini”.