Gestire gli animali domestici nell’emergenza: i numeri e le mail da contattare

Cosa fare in caso di ricovero improvviso o indigenza

Coronavirus e animali domestici. L’appello del 19 marzo 2020 lanciato dalla Protezione civile, che invita i cittadini a non abbandonare gli animali, è stato accolto anche nella nostra regione, dove per fortuna, ad oggi, non si registrano incrementi dell’abbandono di animali, che peraltro costituisce un reato penale: «Ad oggi non vi è alcuna evidenza scientifica che gli animali da compagnia, quali cani e gatti, possano diffondere il nuovo coronavirus», ricorda, peraltro, Roberto Moschi, responsabile del servizio di veterinaria di Alisa. Intanto, chiunque sia impossibilitato, durante l’emergenza Covid-19, a mantenere il proprio animale domestico e a rispettarne il benessere attraverso le cure, l’alimentazione e che non sia in condizione, per comprovate necessità, di rispondere ai suoi bisogni, ad esempio in caso di improvviso ricovero, può attivare i servizi veterinari pubblici delle Asl che interverranno affinché agli animali sia garantito un adeguato ricovero, seppur temporaneo, fino alla restituzione al proprietario. Riportiamo i contatti di Asl 3, per il Golfo Paradiso, e Asl 4, per il Tigullio:
ASL 3:  tel. 010 849 8654 – email: sanita.animale@asl3.liguria.it

ASL 4: tel. 0185 329082 – email: sanita.animale@asl4.liguria.it