Funerali di Elena Bono, il vescovo: “Francescana nel cantare la bellezza della vita e del creato”

Un momento della funzione
Un momento della funzione odierna

Il vescovo Alberto Tanasini ha ricordato la scrittrice e poetessa scomparsa a 92 anni come una “figura che ha significato tanto sia per la comunità ecclesiale che civile, di Chiavari e oltre”. Gremita la cattedrale di N.S. dell’Orto, in cui i funerali si sono svolti oggi.

“Una figura che ha significato tanto sia per la comunità ecclesiale che civile, di Chiavari e oltre”: così il vescovo Alberto Tanasini ha ricordato la scrittrice e poetessa Elena Bono, i cui funerali si sono svolti oggi pomeriggio alle 15.30 in una gremita cattedrale di Nostra Signora dell’Orto a Chiavari. “Ha dimostrato di avere molto da dire alla comunità degli uomini tramite l’arte al servizio della bellezza, ma ha scelto la via del silenzio che l’ha portata alla corsia d’ospedale dove si è spenta l’altra sera” ha detto il vescovo nella sua omelia, evidenziando anche come la Bono fosse orgogliosa di essere terziaria francescana: “Era francescana – ha aggiunto – nel cantare la bellezza della vita e del creato”. Per la scrittrice scomparsa a 92 anni, oggi si sono radunati nella cattedrale amministratori e politici locali, a partire dal sindaco di Chiavari Roberto Levaggi che ha vestito la fascia tricolore, e associazioni con i loro gonfaloni e per l’ultimo saluto era presente anche l’attrice Claudia Koll. Alla Bono, come prima iniziativa da parte di Chiavari, sarà dedicato il concentro della Nuova Orchestra Sinfonica di Chiavari, in programma domenica alle 17 all’auditorium “San Francesco”.