“Forze di polizia senza risorse di fronte al traffico di stupefacenti”

Droga sequestrata dalla polizia in una operazione

Le riflessioni del sindacalista Roberto Traverso dopo la morte della ragazza di Chiavari: “La sezione stupefacenti delal Squadra Mobile supera di poco le dieci unità, i commissariati sono sotto organico del 35, 40%”.

La tragedia dell’altra notte suggerisce le nuove riflessioni di Roberto Traverso, segretario del sindacato di polizia Siap, secondo il quale “collocazione geografica, presenza del porto, infiltrazioni mafiose e territorio difficile da bonificare, sono i componenti di una miscela esplosiva che giorno dopo giorno sta evidenziando i suoi effetti dannosi sul tessuto sociale”. Secondo Traverso, oggi le forze dell’ordine non sono messe in condizione di affrontare efficacemente lo spaccio di stupefacenti nel capoluogo: “Ovviamente – dice Traverso – sarebbe molto meglio prevenire i reati invece di provare a reprimere chi li ha commessi, ma tutto questo comporterebbe l’utilizzo di ulteriori risorse che non ci sono! La sezione “stupefacenti” della Squadra Mobile supera di poco le 10 unità, mentre per quanto riguarda il personale dei commissariati (9 in tutto, compresi Chiavari e Rapallo tutti sotto organico per più del 35-40%) bisogna considerare che lo stesso si occupa di tutta la complessa  attività investigativa di propria competenza territoriale e ovviamente non solo dello spaccio di stupefacenti”.