Fondi Fas: buone speranze per Casarza Ligure ed altri tre Comuni

Il sindaco di Casarza Ligure Claudio Muzio

Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso della Regione contro la sentenza del Tar che dava ragione a Casarza, Castiglione, Deiva Marina e Moneglia. Il 29 marzo la decisione sul merito.

Fondi Fas: Casarza Ligure, Castiglione Chiavarese, Deiva Marina e Moneglia continuano a sperare nel loro arrivo. Ed ora hanno qualche buona motivazione in più per crederci. Spiega il sindaco di Casarza Ligure Claudio Muzio: “Il Consiglio di Stato ha respinto l’appello proposta dalla Regione avverso la sentenza del Tar che in primo grado ci aveva già visto prevalere. Naturalmente questa decisione non scioglie il nodo nel merito della decisione della Regione che ci escluse dalla graduatoria. Su questo punto si deciderà il 29 marzo, quando è prevista una nuova udienza al Tar. Era prevista la partecipazione all’assegnazione dei fondi Fas solo per i Comuni con più di 10.000 abitanti. Consorziandoci con Castiglione, Moneglia e Deiva siamo riusciti ad accedere al bando ed a presentare i nostri progetti. Ognuno Comune ha fatto una progettazione con i propri tecnici. Per Casarza erano previsti interventi a Bargonasco e sul piazzale della Chiesa di San Michele Arcangelo. Gli altri Comuni hanno invece presentato richieste per interventi nei centri storici. Siamo stati estromessi dalla graduatoria perché la giunta regionale ha ritenuto che per noi non sussistesse il requisito dell’agglomerato urbano contiguo. Purtroppo il bando non era chiaro al riguardo, noi però ritenevamo di avere quelle caratteristiche”.