Fondazione Torriglia, allarme per la situazione delle Grazie

Arnaldo Monteverde
Arnaldo Monteverde, presidente dell’Istituto Torriglia

Il consiglio di amministrazione della Fondazione Torriglia ha approvato il bilancio 2019, che, sottolinea il presidente, Arnaldo Monteverde, “conferma il consolidamento dell’equilibrio finanziario ed economico dell’Ente e si è chiuso con un avanzo di 24.450 euro”. In particolare, sottolinea Monteverde, “la liquidità dell’ente ammonta a 126mila euro, tra fondo cassa e saldi attivi di conto corrente, a fronte di una situazione finanziaria debitoria di 226mila euro”. E’ stato acceso infatti un mutuo quindicinale con BPM da 500.000 euro, in parte per rinnovare il mutuo già esistente, in parte per pagare debiti a breve termine. Infatti, durante il 2019 sono stati realizzati interventi di rinnovo ed implementazione di impianti ed attrezzature e ci sono i costi anche per i lavori sulla frana delle Grazie, per i quali l’ente ha speso 57mila euro. Ma la collina, dice ancora Monteverde nella sua relazione, “necessita di interventi straordinari, dovuti alla franosità del sito, con rischio di costi che l’ente non è in grado di fronteggiare. A questo si aggiunge l’incertezza interpretativa sul contratto di affitto delle aree sulla collina, stipulato nel 2017, per cui il CdA dovrà assumere iniziative atte a superare l’incertezza”.