Fincantieri: il Consiglio Regionale approva ordine del giorno

Fincantieri: c'è anche l'impegno della Regione

Il documento chiede il ritiro del piano industriale. Soddisfatto Ezio Chiesa, Gino Garibaldi guarda all’incontro del 3 giugno, Edoardo Rixi andrà a Roma in treno con i lavoratori.

Il Consiglio Regionale ha approvato un ordine del giorno che chiede il ritiro immediato del piano industriale presentato da Fincantieri. L’ordine del giorno chiede inoltre provvedimenti normativi al fine di vincolare a destinazione industriale le aree demaniali e di proprietà di Fincantieri occupate dagli attuali cantieri navali. Commenta il consigliere del Gruppo Misto Ezio Chiesa: “Da sempre sono convinto che mantenere la direzione militare a Genova come prevede il Piano Basilico del 1984 e la produzione militare nei due poli di Riva Trigoso e del Muggiano è elemento indispensabile per salvaguardare il cantiere rivano”. Aggiunge Gino Garibaldi del Pdl: “E’ impensabile che la Fincantieri possa lasciare la Liguria. All’incontro del 3 giugno a Roma la Regione deve presentarsi compatta, dobbiamo essere tutti insieme uniti e coesi per cercare soluzioni concrete per i lavoratori”. Venerdì viaggerà sul treno speciale insieme ai lavoratori anche il capogruppo della Lega Nord Edoardo Rixi, il quale domani sarà inoltre alla manifestazione di Riva Trigoso. “La politica de Carroccio – spiega Rixi – è di essere sempre in mezzo alla gente”.