Fincantieri: i lavoratori approvano l’accordo, via libera per i sindacati

I lavoratori di Fincantieri dicono sì all'accordo

Affollata assemblea questa mattina in cantiere. Durante l’incontro è emersa una posizione unitaria a favore dell’accordo, anche da parte delle RSU di Fiom Cgil. Ora si aprono nuove prospettive.

I lavoratori dello stabilimento Fincantieri di Riva Trigoso, riuniti questa mattina, al termine di un’assemblea molto partecipata hanno dato il via libera all’ipotesi di accordo con l’azienda, che dovrà ora essere sottoscritto dalle organizzazione sindacali.
Omar Di Tullio (segretario territoriale Fim Cisl): “C’è stata una risposta positiva sul verbale di riunione che abbiamo portato all’attenzione dell’assemblea. Una risposta forte per andare a sottoscrivere l’accordo in maniera unitaria. Il no della Fiom Cgil? In assemblea non è emerso. Anzi, come sempre abbiamo tenuto un profilo unitario come organizzazioni sindacali. E in assemblea è stata unitaria la posizione delle RSU e ci sono stati interventi a favore da parte di Fim, Fiom e Uilm. Anche la RSU Fiom ha sostenuto l’ipotesi di accordo. Ora crediamo che per il cantiere di Riva si possa aprire un periodo migliore. Se il verbale di riunione sarà trasformato in accordo, saranno garantite prospettive di carichi di lavoro importanti per Riva Trigoso. Qui dovrebbero infatti essere costruite tutte le navi militari. Con un percorso di riorganizzazione e pre-pensionamenti crediamo che ci sia una soluzione per un cantiere che, non dobbiamo dimenticarlo, era stato cancellato dal piano industriale Fincantieri”.