Fincantieri, gli operai possono far festa

L'area intorno a Fincantieri

Il Governo promette commesse, dalla Regione si vuole aprire rapidamente un tavolo incaricato di seguire le vicende dell’azienda.

Quella di oggi è la prima giornata “normale”, alla Fincantieri di Riva Trigoso, dopo l’annuncio dell’azienda di ritirare il contestatrissimo piano industriale e dopo l’eliminazione del blocco alla portineria attuato dagli operai nei giorni scorsi. Gli stessi operai hanno in programma di ritrovarsi, tutti insieme, domani sera, per un momento che si può definire di festa, prima della ripresa delle normali attività lavorative. I sindacati garantiscono che continueranno a amntenere alta l’attenzione, perché non si ripetano piani come quello appena ritirato, le istituzioni regionali garantiscono, a breve, la composizione di un tavolo incaricato di seguire la vicenda Fincantieri, mentre dal Governo è giunta ieri la promessa di nuove commesse. Dice Marco Limoncini, capogruppo Udc in consiglio regionale: “Bbisogna attivare al più presto il Tavolo di concertazione e affrontare concretamente il problema del rilancio della produzione. Il nostro gruppo continuerà a stare al fianco degli operai”. Questo, invece, il commento del gruppo consiliare del Pdl di Sestri Levante: “Chi profetizzava il peggio – e forse lo sperava pure, pensando con ciò di poter portare avanti la sua sgangherata propaganda contro il Governo – deve ora prendere atto del contrario”.