Fincantieri: concluso l’incontro in Regione, si guarda ora al 3 giugno

L'onorevole dell'UDC Gabriella Mondello

Alla Camera è intervenuta l’onorevole Gabriella Mondello. In Provincia sospeso il Consiglio Provinciale: quattro consiglieri devolvono il gettone di presenza al Consiglio di Fabbrica.

Si è tenuto questo pomeriggio in Regione un incontro per discutere del futuro della Fincantieri. L’impegno della Regione è quello di far sentire la propria voce in occasione dell’incontro fissato a Roma con il ministro Romani il prossimo 3 giugno. “Regione, enti locali, sindacati e popolazione – afferma l’assessore regionale Giovanni Boitano, presente all’incontro – mai come in questa occasione sono compatti per salvaguardare il posto di lavoro delle maestranze che operano a Sestri Ponente e Riva Trigoso”. Alla Camera invece questo pomeriggio è intervenuta l’onorevole dell’UDC Gabriella Mondello per richiamare l’attenzione del Parlamento sulla grave situazione di Fincantieri. “L’incontro fissato dal ministro Romani è sicuramente un fatto positivo – ha detto la deputata – a condizione che il Governo assuma delle decisioni ferme e non contraddittorie come quelle alle quali abbiamo assistito negli ultimi mesi”. Nel pomeriggio, infine, il Consiglio Provinciale ha interrotto i propri lavori per la concomitanza con l’incontro in Regione. I consiglieri Salvatore Fraccavento, Giuseppe Nobile, Giampiero Pastorino ed Angelo Spanò annunciano che devolveranno il loro gettone di presenza al Consiglio di Fabbrica di Fincantieri. Prima della sospensione il Presidente Alessandro Repetto ha parlato di “sentimenti di forte solidarietà per i lavoratori” ed ha esortato consiglieri, istituzioni ed organizzazioni sindacali all’unità. All’incontro in Regione era presente anche il consigliere del Gruppo Misto Ezio Chiesa, il quale chiede che al vertice del 3 giugno partecipi anche il ministro Tremonti e ribadisce la richiesta a Fincantieri di ritirare il piano industriale.