Finanziamenti milionari a Sestri, Chiavari, Lavagna, Rapallo e Santa Margherita

I sindaci del Tigullio oggi con Toti

142 milioni in Liguria, 42 in provincia di Genova, per finanziare, nel totale 299 interventi di difesa del suolo. Sono le risorse che arriveranno dal riparto dei fondi di protezione civile del 2020, stanziati a seguito della mareggiata e degli altri eventi calamitosi del 2018. Oggi, il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha firmato il decreto di riparto dei fondi, che dovrà ottenere il nulla osta del dipartimento nazionale di protezione civile. In base a questo piano, comunque, a Camogli vanno 473.000 euro, a Carasco 70.000, a Castigilione 75.000, a Chiavari oltre un milione, a Cicagan 74.000, a Cogorno quasi mezzo milione, a Coreglia Ligure 280.000, a Lavagna 2 milioni e mezzo, a Lumarzo 490.000, a Mezzanego più di 100.000, a Moneglia 460.00, Ne quasi 1,2 milioni, Orero quasi 200.000, Portofino 123.000, Rapallo quasi 11 milioni, Recco 570.000, San Colombano Certenoli 653.000, Santa Margherita poco meno di 10 milioni, Sestri Levante 3,1, Zoagli 540.000. Le amministrazione comunali commentano i finanziamenti principali. A Rapallo, gli 11 milioni serviranno al dragaggio completo di tutto il golfo. Il milione di Chiavari, a rafforzare le dighe soffolte a protezione del lungomare. A Santa Margherita, i 10 milioni nuovi si aggiungo agli 8 già stanziati con cui sarà possibile finanziare altri interventi e poter completare tutti i lavori sul porto.