Fido a spasso con la bottiglietta per la pipì, Donadoni: “Cultura del rispetto reciproco”

Il sindaco di Santa Margherita Paolo Donadoni
Il sindaco di Santa Margherita Paolo Donadoni

Il sindaco di Santa Margherita interviene sull’ordinanza che impone ai conduttori di cani di portarsi dietro una bottiglietta per ripulire la strada dalla pipì: “Provvedimento nel quadro generale della pulizia della città”.

Sul dibattito in corso a Santa Margherita a seguito dell’ordinanza sui conduttori di cani che obbliga a portare a spasso Fido muniti di bottiglietta d’acqua da versare sulle eventuali deiezioni liquide, il sindaco Paolo Donadoni interviene ricordando che la “cultura del reciproco rispetto è uno strumento per misurare il nostro senso di civiltà”: “Santa Margherita Ligure è una città che esprime accoglienza verso i cani. È dotata di vari luoghi accessibili dai cani che questa amministrazione intende migliorare con interventi mirati al fine di agevolare sempre più la convivenza tra animali e umani”. Per il primo cittadino sammargheritese il provvedimento “s’inserisce in un quadro di riflessione generale sulla pulizia della città e di rivisitazione degli strumenti e delle modalità operative”. In questi giorni intanto operatori comunali stanno distribuendo volantini realizzati ad hoc per informare la cittadinanza della normativa in vigore, che sarà illustrata in seguito anche alle scuole. Prossimamente la campagna informativa verrà estesa anche alle scuole.