Festival della Parola, sagrato, asfalti, torrenti: Chiavari spende

Roberto Devoto dice la sua sul nuovo sagrato della Cattedrale
Roberto Devoto dice la sua sul nuovo sagrato della Cattedrale

Costerà 70 mila euro il Festival della Parola, mentre il costo del nuovo sagrato della Cattedrale è di 250 mila. Spesa, quest’ultima, giudicata eccessiva da Giorgio Canepa. Roberto Devoto puntualizza sul progetto.

Costerà 70 mila euro il “Festival della Parola”, in programma a Chiavari dal 29 maggio al 1° giugno. E’ questa la somma indicata come spesa prevista nella delibera della giunta comunale che approva la proposta presentata dall’associazione culturale “Le Muse Novae”, che ha la propria sede a Chiavari in Via Vinelli. L’associazione è stata fondata nel 1995 da Armando Corsi. La giunta comunale chiavarese ha poi approvato il progetto definitivo dei lavori di sistemazione idraulica del tratto terminale del rio Lemme, per una spesa prevista di 300 mila euro, ed il progetto preliminare per una serie di asfaltature che interesseranno alcune vie cittadine, lavori che costeranno alle casse comunali poco meno di 370 mila euro.

Il progetto che fa più discutere è però quello relativo alla realizzazione del sagrato di fronte alla Cattedrale di Nostra Signora dell’Orto. La giunta comunale ha approvato il preliminare presentato dal raggruppamento temporaneo di professionisti “Borromini” di Bologna. La spesa prevista è di 250 mila euro. Il progetto sarà discusso in commissione consiliare lunedì prossimo. Roberto Devoto, capogruppo di “Per Chiavari”, chiede un riordino senza interventi invasivi e una visione unitaria dell’intera piazza. Per Giorgio Canepa di Partecip@ttiva è invece “folle” la proposta di pavimentare l’area liberata dai parcheggi con dei risseu, in quanto il contesto non è compatibile con questa tipologia e sarebbe poi complicato organizzare manifestazione. Canepa poi giudica eccessiva la spesa prevista per l’intervento.